Terapia del dolore cronico con modalità esclusive e personalizzate.

Riabilitazione

Con un percorso personalizzato suddiviso in 5 tappe risolvi il dolore e torni alle tue attività.

Farmaci e Terapie fisiche

Riduci momentaneamente i sintomi con analgesici, elettroterapie, caldo, freddo, radio e chirurgia.

Supporto Psicoterapeutico

Ti prendi cura delle emozioni, dei pensieri e delle abitudini che influenzano la qualità della tua vita.

OSTEOCLINIC: UN PERCORSO DI RECUPERO ESCLUSIVO NELLA TERAPIA DEL DOLORE CRONICO

Michele Chiesa Osteoclinic recupero da dolore e stress

Ti guiderò per superare dubbi, paure e difficoltà:

  • sarò il canale preferenziale per prendere le tue scelte in modo consapevole riguardo farmaci e chirurgia senza perdite di tempo e rischi;
  • ho studiato l’approccio multiterapeutico di Osteoclinic per facilitare la guarigione e riunire le tecniche di riabilitazione più efficaci;
  • presto particolare attenzione allo stato d’animo dei miei pazienti. Serenità e positività sono fondamentali per il recupero e la guarigione.

Come paziente godi di un percorso di recupero con più benefici:

  • sei affidato a un terapista con esperienza ventennale
  • disponi di un programma personalizzato
  • faciliterò le comunicazioni durante le visite di controllo
  • sono in grado di indicarti il supporto psico-terapeutico più adeguato.

RIABILITAZIONE con OSTEOCLINIC: un percorso in 5 TAPPE

1

Stop a dolore e infiammazione

Riduci il dolore e il gonfiore: riprendi fiducia e prosegui verso la guarigione.

Durante l’infiammazione il corpo si rigenera e si cura spontaneamente. In questa fase alterno il riposo all’utilizzo di ghiaccio e associo terapie manuali e fisiche per stimolare la rigenerazione dei tessuti.

2

Movimento e flessibilità

Escludo interventi aggressivi nel recupero di movimento e flessibilità, ma non indulgo rischiando rigidità permanenti.

Appena possibile inizi a recuperare progressivamente il movimento attraverso tecniche di mobilizzazione, esercizi di allungamento e lavoro in acqua.

Puoi così iniziare a muoverti senza dolori e limitazioni.

3

Forza e resistenza allo sforzo

Superata la fase iniziale recuperi forza e resistenza: la prova che stai migliorando.

Regola d’oro: progressione e costanza. Supporto il miglioramento delle performance di forza e resistenza allo sforzo, tenendo presente il tuo livello e lo sport o le attività che intendi svolgere.

4

Equilibrio e coordinazione

Recuperata la forza ti aiuto a ripristinare e migliorare l’equilibrio per evitare altri infortuni.

Stabiliti gli obiettivi ti metto alla prova su terreni disconnessi e in condizioni di instabilità per allenarti a spostare l’attenzione altrove .

5

Ritorno alla normalità e allo sport

Terminato il percorso ti muovi normalmente, senza dolore e senza paura.

Che tu sia in campo, in piscina, in pista, al supermercato o in casa, tenendo in braccio chi ami, con un ferro da stiro o uno straccio in mano. Poco importa.

Alla fine torni alla quotidianità più forte di prima, grazie alle esperienze acquisite durante la riabilitazione.

FARMACI antinfiammatorioppioidi, antidepressivi e anestetici.

FANS

I Farmaci Anti Infiammatori Non Steroidei (ketoprofene, nimesulide, diclofenac, naprossene) sono la prima strategia per curare il dolore, in particolare del dolore ‘nocicettivo’.

Si usano per periodi limitati di tempo in modo da evitare effetti collaterali come bruciori di stomaco, ulcere gastriche e la progressiva riduzione dell’effetto analgesico.

Anestetici

Attraverso infiltrazioni (lidocaina) agiscono a livello locale sul dolore nocicettivo e sul sistema nervoso centrale e periferico.

Anticonvulsivanti e antidepressivi

Usati con le dosi specifiche per la cura del dolore neuropatico, riducono la sensazione del dolore, non l’infiammazione.

Tra gli anticonvulsivanti: Pregabalin, Gabapentin.

Tra gli antidepressivi (associati sepsso agli oppioidi): amitriptilina, clomipramina e duloxetina.

Oppioidi

Contengono codeina o morfinaAgiscono sulla trasmissione dello stimolo doloroso: impediscono che arrivi al cervello e venga rielaborato.

– meno forti per dolori poco intensi e per periodi inferiori alle quattro settimane;

– più forti sono il passo successivo e controllano bene dolori intensi (infarto cardiaco e tumori maligni)

Gli effetti indesiderati che procurano sono sonnolenza, vomito, vertigini, ma soprattutto dipendenza fisica e psichica.

TERAPIE FISICHE, BLOCCO del DOLORE e CHIRURGIA

Roentgenterapia e Radio

Usata in ospedale, per dolori intensi.

Somministrate tramite irradiazione guidata di radiazioni: la roentgenterapia o la radioterapia.

 

Elettroterapia

Stimolazione elettrica della  cute (ad esempio TENS e correnti didinamiche).

La loro efficacia terapeutica si fonda sull’azione del Gate Control.

Diatermia, Ipertermia, TECAR, LASER, crioterapia

Utilizzano l’effetto del calore o freddo per ridurre il dolore, aumentare la circolazione, rilassare i muscoli curare dolori tendino-muscolari.

Onde d’urto

Onde meccaniche radiali o focali utilizzate per il trattamento del dolore muscolo-scheletrico in presenza di calcificazioni o dolore muscolare.

Blocco del dolore e Chirurgia

Sono procedure utilizzate in casi di dolore severo.

Blocco Farmacologico: iniezione di anestetici locali in prossimità di radici e nervi (ozono terapia), gangli (dolore trigemino) o midollo spinale (anestesia peridurale) per sopprimere la conduzione degli impulsi nervosi.

Blocco Neurolitico: chimico (es.blocco celiaco, metastastasi, tumori, post-mastectomia) o termico (dolore spinale) altera definitivamente la funzione di trasmissione.

L’alternativa ultima è la chirurgia delle strutture anatomiche che si ritengono responsabili del dolore. Alcune di queste possono venire sostituite per mezzo di protesi.

osteoclinic: un percorso di recupero per il corpo e la mente nella terapia del dolore cronico

Il metodo di cura Osteoclinic applicato alla terapia del dolore cronico si rivolge a pazienti affetti da sintomi persistenti e resistenti al trattamento, associati ad ansia, stress o depressione.

Il dolore è un sintomo. Si manifesta sul corpo, ma la sua percezione viene influenzata dalla mente e dal sistema nervoso. Per curarlo è necessario avere un approccio a 360°.

Il dolore può essere la conseguenza di infortuni, interventi chirurgici e patologie.

La senazione però cambia a seconda dello stato emotivo (ansie, paure), del proprio stile di vita o situazioni lavorative e famigliari poco soddisfacenti che influenzano il funzionamento del sistema nervoso.

Nella cura del dolore cronico utilizzo un approccio cognitivo-comportamentale.

Miglioro i sintomi, stimolo il cambiamento di abitudini e favorisco la sperimentazione di nuove situazioni per vivere lo stress in modo migliore.

Con il metodo Osteoclinic offro alla maggior parte dei miei pazienti un supporto concreto in un arco di tempo limitato.

Essendo fisioterapista, osteopata e insegnante di yoga tratto i sintomi da stress, il dolore post-operatorio e gli esiti di patologie croniche.

Ansia, depressione e stress si  presentano frequentemente associati a queste situazioni.

Stile di vita, abitudini e il modo in cui le persone gestiscono il tempo e le relazioni cambiano i risultati e i tempi della riabilitazione.

Grazie al metodo Osteoclinic ti aiuto a migliorare i sintomi, viverli senza preoccupazioni e ti insegno come ottenere il massimo dei benefici psico-fisici.

La guarigione dipende da molti fattori come l’intensità del dolore, da quanto a lungo hai sofferto, ma soprattutto dalla tua capacità di collaborare al percorso di cura.

Per questo pianificheremo insieme ogni tappa, anticipando eventuali ostacoli e prevedendo il modo di superarli.

Tu ci metti la tua storia io le mie competenze per aiutarti vivere meglio.

Percorsi di recupero da dolore e stress metodo Osteoclinic

LE TERAPIE

A seguito della PRIMA VISITA,  ti consiglierò la terapia più idonea per la cura del dolore cronico tra fisioterapia, osteopatia, yoga terapeutico e supporto psicoterapeutico.

Supporto psicoterapeutico

Il supporto psicoterapeutico è un valido supporto alla terapia del dolore cronico.

Durante le prima visite valuto la necessità di un aiuto supplementare al mio intervento: a volte incide molto sui risultati a lungo termine.

Come ti aiuta uno psicoterapeuta nella terapia del dolore cronico? 

 

  • a capire la priorità del trattamento 
  • ad aumentare la tua autostima e la tua partecipazione attiva al trattamento
  • a migliorare il modo in cui gestisci gli effetti fisici di emozioni, ansia e stress
  • a comprendere come i tuoi pensieri influenzano la percezione dei sintomi 
  • a insegnarti strategie migliori per affrontare la tua condizione e migliorare le tue abitudini.
Supporto psicoterapeutico per recupero da dolore e stress metodo Osteoclinic
il supporto psicoterapeutico Osteoclinic prevede differenti approcci:

Approccio Cognitivo Comportamentale

Esporsi a situazioni nuove, anche solo con l’immaginazione (attraverso l’immaginazione) aiuta a familiarizzare con le proprie paure in un ambiente sicuro.

Ti guiderò ad affrontare le situazioni che più temi, partendo dalle più facili e in modo pratico: imparerai più modi per vivere la stessa situazione.

Sperimentare nuove esperienze e punti di vista ti aiuterà a stare megliomodificare le convinzioni che influenzano il tuo recupero.

esistono metodi di intervento differenti per modificare comportamenti, pensieri e sintomi che si manifestano nelle persone con dolore cronico:

Emotional Schema Therapy (EST)

Ognuno di noi ha il suo modo di reagire alle proprie emozioni. Questo è il frutto di esperienze e scelte di vita sul piano fisico, emotivo e sociale.

In determinate situazioni questi -modi di fare- si attivano automaticamente. Così quasi senza accorgerci possiamo sviluppare strategie poco funzionali alla gestione di emozioni e stress.

La EST aiuta a prevenire il rimuginare, l’evitamento di attività considerate pericolose e l’eccessiva ricerca di aiuto.

Secondo la ricerca è un ottimo supporto per pianificare il recupero da un infortunio sportivo, come un percorso di terapia del dolore cronico qualora si identificasse in queste dinamiche la possibilità di ricadute (o re-infortuni).

Ristrutturazione cognitiva per recupero da dolore e stress metodo Osteoclinic

Ristrutturazione cognitiva

Pensieri negativi  e positivi determinano il nostro umore.

Stress emotivi intensi e prolungati, come traumi e patologie croniche, rendono alcune persone incapaci di riconoscere la differenza tra emozioni e pensieri associati.

Diventa difficile per loro comprendere come il pensiero non corrisponda necessariamente alla realtà.

La ristrutturazione cognitiva identifica questa abitudine di fare “cattivi pensieri” e stimola a trovare alternative sperimentando rinnovata fiducia nelle proprie capacità.

Mindfulness: gestione di Ansia e Stress

La mindfulness è un valido modo per gestire lo stress lavorativo e le emozioni associate.

Attraverso i suoi esercizi migliori la consapevolezza degli effetti fisici di emozioni e stress. Sviluppi maggiore tolleranza e impari a prevenire reazioni eccessive.

La mente viene allenata a spostare l’attenzione: questo riduce la percezione dei sintomi.

Il metodo Osteoclinic prevede l’uso di Mindfulness, Yoga, ipnosi e allenamento più intenso come strategie di cura nella terapia del dolore cronico e delle emozioni ad esso associate.

Tecniche per gestire l'ansia per recupero da dolore e stress metodo Osteoclinic
EMDR psicoterapia per recupero da dolore e stress metodo Osteoclinic

Terapia EMDR

L’EMDR (in italiano Desensibilizzazione e Rielaborazione mediante Movimenti Oculari) lavora sul ricordo di eventi traumatici al fine di rielaborarne la memoria e alleviare le emozioni associate.

In questo modo, i ricordi dolorosi diventano preziose risorse su cui costruire una vita migliore.

L’EMDR è il trattamento più efficace per il Disturbo Post Traumatico da Stress: eventi che hanno messo a rischio la propria vita o integrità psicologica (Greenberg, Brooks, & Dunn, 2015).

DURATA E TEMPISTICA

Durata e tempi di recupero dipendono da fattori come la tempestività dell’intervento e la complessità della situazione.

Un ruolo importante gioca naturalmente la personalità e l’atteggiamento del paziente nei confronti della malattia. 

Il supporto di amici e famiglia nel recupero fa la differenza, la durata di un intervento è dunque molto variabile: da poche sedute a un periodo di un anno nei casi più complessi.

Vuoi aumentare l’efficacia della terapia del dolore cronico con un terapista specializzato?

Fissa il colloquio informativo per:

  • farti una prima impressione
  • sciogliere tutti i tuoi dubbi
  • iniziare il tuo percorso di guarigione

Fissa subito la prima consulenza gratuita con Michele Chiesa!

La sua disponibilità settimanale è limitata.