Usare il caldo o il freddo per trattare il dolore?

Ognuno ha la propria versione, anche i cosiddetti esperti. Scrivo questo articolo come professionista specializzato nel trattamento del dolore nella speranza di diffonderlo insieme alla risposta univoca della scienza.

Quando usare il ghiaccio per il dolore?

Caldo e freddo: termoterapia e crioterapia credo siano tra le terapie più vecchie e meno costose, semplici da applicare e accessibili che esistano al mondo per trattare il dolore.

Sul loro utilizzo la risposta pare scontata: freddo per gli infortuni e i dolori recenti e acuti; caldo per i dolori muscolari e articolari con sensazione di rigidità, specie se di vecchia data. E invece la risposta scontata è: dipende! smile

Sono convinto che molti miei pazienti non mi prendano sul serio quando consiglio di fare un impacco di ghiaccio se dà benefici. Il motivo per cui si applica la crioterapia è proprio per controllare il dolore.

Il ghiaccio riduce l'infiammazione in caso di infortunio. Consigli Osteoclinic Brescia

Come dicevo, il ghiaccio si usa negli infortuni perché riduce l’infiammazione locale dei tessuti danneggiati, che si manifesta con i classici segni di rossore, calore e gonfiore.

È bene che ciò accada perché è un processo fisiologico, naturale e spontaneo. Peccato che sia anche doloroso e non vedo perché si debba evitare qualche impacco di ghiaccio (eliminando i farmaci) per ridurre questa spiacevole sensazione.

Un caso in cui il ghiaccio funziona è l’epicondilite, soprattutto negli atleti o dopo un lavoro intenso. Ma ci sono molti altri casi.

Vuoi sapere quali? Scrivimi e ti risponderò a breve.

Quando usare il caldo?

Il caldo è utilizzato più frequentemente per i muscoli e il dolore persistente (o cronico come purtroppo si tende a chiamare, quasi a definire il fatto che sia impossibile farlo passare) perché attenua i sintomi. Qualcuno parla anche di trigger point (punti dolorosi), ma devo dirti la verità: il più delle volte non sappiamo perché accada… Ma non dirlo in giro! smile

I famigerati dolori cronici, come la cervicale o il mal di schiena, sono spesso un concentrato di tensioni di varia natura, non ultimi ansia, ipercontrollo, ipersensibilità, stress e paura. E il caldo ha spesso un ruolo fondamentale nello stimolare una sensazione di confortevole rilassamento dei muscoli. Ma soprattutto del sistema nervoso. smile

Trattare i dolori cronici con il caldo. Consigli Osteoclinic Brescia

Alcune culture alternano termoterapia e crioterapia nei cosiddetti bagni di contrasto utilizzati con differenti modalità applicative nelle saune e nelle terme di tutto il mondo, ma anche nel trattamento post gara di atleti di élite. Di dubbia efficacia scientifica, ma di grande benessere personale per i più.

Michele Chiesa Blog Osteoclinic Brescia

Soffri di dolori cronici, cervicale o mal di schiena?

Prima mi chiami, prima guarisci!

Quando evitare il ghiaccio o il caldo

Come tutte le terapie, il caldo e il ghiaccio hanno effetti collaterali se usati in modo sbagliato.

Il caldo generalmente peggiora lo stato infiammatorio (ecco perché il terapista lo utilizza in modo controllato); il ghiaccio, al contrario, può aggravare il dolore e la sensazione di rigidità, ma in alcuni casi accentua anche il dolore.

Per il dolore è meglio caldo o freddo?Ti ho confuso le idee? Ti spiego: puoi usare caldo o freddo, ma è il tuo cervello a comandare. Se lo stimolo è percepito come una minaccia, il cervello aumenta bruscamente la soglia di percezione del dolore. E lo fa senza spiegazioni.

Prima ho detto che il freddo fa bene per i dolori acuti e recenti. Quindi attenzione quando metti il ghiaccio se hai dolore a qualche muscolo e hai letto solo le prime righe dell’articolo. wink

Quando pensi che la tua schiena faccia molto male per una “brutta contrattura” e qualcuno ti consiglia di mettere il ghiaccio perché è infiammata, sappi che potresti sentire più dolore. smile

Ma non sentirti solo: ogni mese almeno una persona mi confida di aver provato a lenire i dolori cervicali o gli “strappi muscolari” alla schiena con il ghiaccio.

Il caldo trova invece la sua combinazione letale dopo un infortunio o un trauma. Niente di meglio per peggiorare il dolore e l’infiammazione.

Ti sembrerà strano, ma più volte ho ricevuto la prescrizione medica per la tecarterapia a seguito di una distorsione. Fortuna posso avvalermi dell’autonomia professionale come fisioterapista e osteopata!

Caldo o freddo con strappo o dolore muscolare?

Lo strappo muscolare è un bel dilemma. Spesso le persone lo intendono come una sensazione dolorosa associata al movimento.

Come fisioterapista faccio un distinguo: è un vero strappo muscolare verificatosi durante uno sforzo oppure è un dolore subentrato in seguito?

Nel primo caso il ghiaccio è una buona soluzione per i primi giorni (ore per essere pignoli). Ridotti  infiammazione e dolore è meglio usare il caldo.

Ghiaccio e caldo per strappo e dolore muscolare. Consigli Osteoclinic Brescia

In sostanza: scegliere caldo o freddo?

Scegliere caldo o freddo per il dolore? Consigli Osteoclinic Brescia

Non esiste il vincitore assoluto. Nessuno dei due è una medicina e la scienza decreta che hanno solo leggeri benefici nel trattamento dei dolori più comuni, come cervicale e mal di schiena.

Secondo me, il motivo per cui caldo e freddo sono così usati non risiede tanto nella loro efficacia quanto nella facilità con cui sono applicabili in autonomia.

Come dicevo all’inizio, caldo e freddo sono pratiche di automedicazione semplici, economiche e sicure rispetto alla maggior parte dei trattamenti.

In sintesi: la regola d’oro

Tra caldo e freddo per trattare il dolore scegli ciò che ti fa stare meglio!

Segui la sensazione del momento e se senti fastidio sospendi. Se il pensiero di usare il ghiaccio, oppure il caldo, ti provoca il voltastomaco non usarlo e prova con il contrario.

L’importante è che ti dia un sollievo momentaneo dal dolore!

Michele Chiesa Blog Osteoclinic Brescia

Soffri di dolori cronici, cervicale o mal di schiena?

Prima mi chiami, prima guarisci!

Ti piace ciò che ho scritto e vuoi usarne una parte per fini divulgativi sul tuo sito, blog o profilo social? Bene! Ti chiedo la cortesia di citarmi come autore e contattarmi per stabilire come linkare questa pagina. 

Articoli Correlati

Pin It on Pinterest

Scopri i miei consigli per stare meglio